Focus di Ricerca

Il nostro obiettivo è studiare, disegnare e implementare soluzioni in grado di fornire piattaforme IoT sicure e decentralizzate per dispositivi intelligenti ed applicazioni pervasive.

Sebbene l’adozione dell’IoT stia crescendo e queste tecnologie stiano diventando elementi chiave per l’evoluzione delle soluzioni che vedono i prodotti sempre più intelligenti e connessi, restano ancora alcune criticità architetturali che vanno indirizzate per superare alcune limitazioni all’utilizzo dell’IoT in differenti domini applicativi. C’è la necessità di cambiare il paradigma centralizzato in cui dispositivi piuttosto “stupidi” sono in grado solo di comunicare con un’intelligenza applicativa che risiede nel cloud centralizzato, per passare ad un paradigma che vede dispositivi autonomi in grado di cooperare fra loro e dove l’intelligenza applicativa può essere distribuita in differenti porzioni dell’infrastruttura IoT: negli stessi dispositivi IoT o in loro prossimità (nel gateway IoT), nell’edge della rete fino al cloud, in accordo al cosiddetto paradigma dello “smart” fog computing. Cio’ e’ particolarmente vero in domini applicativi quali l’automazione industriale, la robotica o i veicoli autonomi, per citarne solo alcuni.
Certamente esistono altre criticità, una fra le più importanti è rappresentata dalle minacce alla sicurezza che derivano dalla frammentazione ed eterogeneità delle tecnologie coinvolte nelle soluzioni IoT (a livello hardware, a livello di connettività Internet, a livello di sistema operativo, nel cloud), che portano alla necessità di indirizzare in modo integrato la sicurezza delle applicazioni IoT adottando al contempo un approccio di “security by design”.

In questo contesto e con particolare enfasi sul ruolo che l’IoT gateway gioca come abilitatore di interoperabilità fra vari protocolli IoT, di sicurezza, di piattaforma per fornire funzionalità di fog/edge computing e di analitiche distribuite, il focus delle attività di ricerca e’ indirizzato sulle seguenti linee di attività:
· l’utilizzo di tecniche di machine learning e di intelligenza artificiale direttamente nel gateway IoT, al fine di rendere tale dispositivo più intelligente, e quindi più autonomo nelle fasi di elaborazione, analisi, memorizzazione e instradamento dell’informazione proveniente-dai/verso-i terminali della rete;
· identificazione di soluzioni di sicurezza a livello di IoT gateway tramite analisi ed esplorazione di tecniche e soluzioni di identificazione di intrusioni di rete e prevenzione eseguibili sul gateway stesso, incluse tecniche di gestione e controllo locale dei dati IoT in grado di rompere il tradizionale paradigma di gestione dei dati in cloud e le relative minacce alla loro privacy;
· l’adozione di tecnologia blockchain nel dominio IoT, al fine di indirizzare alcune problematiche sia strutturali che implementative attualmente aperte (per esempio: abilitare processi di trasparenza e tracciabilità̀ delle attività dei dispositivi, migliorarne l’identificazione e la capacità di operare in modo autonomo e sicuro; etc.).